Diritto Russo Home > Documenti vari > Trattato Federazione Russa - Crimea del 18-3-2014

TRATTATO FRA LA FEDERAZIONE RUSSA E LA REPUBBLICA DI CRIMEA SULL'AMMISSIONE DELLA REPUBBLICA DI CRIMEA NELLA FEDERAZIONE RUSSA E SULLA COSTITUZIONE NELLA STRUTTURA DELLA FEDERAZIONE RUSSA DI NUOVI SOGGETTI

18 marzo 2014, h.16,00


La Federazione Russa e la Repubblica di Crimea,

basandosi sulla comunanza storica dei loro popoli e tenuto conto dei rapporti fra essi formatisi,

riconoscendo e approvando il principio di parita' dei diritti e di autodeterminazione dei popoli, affermato nello Statuto dell'Organizzazione delle Nazioni Unite e vincolante per tutti gli Stati, in base al quale tutti i popoli hanno il diritto irrinunciabile di definire il proprio status politico liberamente e senza interferenze esterne, di assicurare il proprio sviluppo economico, sociale e culturale,

essendo determinate ad assicurare il rispetto e l'osservanza della dignita', dei diritti e delle liberta' della persona, includendo il diritto alla vita, alla liberta' di pensiero, di coscienza, di fede e di convinzioni, per tutti coloro che si trovano nel proprio territorio e senza alcuna differenza, in conformita' ai principi universalmente riconosciuti e alle norme del diritto internazionale, nonche' considerando gli stretti rapporti degli altri principi fondamentali del diritto internazionale affermati, in particolare, nello Statuto dell'Organizzazione delle Nazioni Unite e nell'Atto Finale di Helsinki della Conferenza per la sicurezza e la cooperazione in Europa, con il principio del rispetto e dell'osservanza dei diritti e delle liberta' della persona,

esprimendo la volonta' condivisa dei loro popoli, legati indissolubilmente dalla comunanza del destino storico, mirante a una coesistenza nella struttura di uno Stato di diritto, democratico e federativo,

desiderando di assicurare benessere e prosperita' ai loro popoli,

basandosi sulla volonta' libera e spontanea dei popoli della Crimea, espressa con il referendum svoltosi nella Repubblica Autonoma di Crimea e nella citta' di Sebastopoli il 16 marzo 2014, nel corso del quale i popoli della Crimea hanno deciso di unirsi alla Russia in qualita' di soggetto della Federazione Russa,

considerando la richiesta della Repubblica di Crimea e della citta' con status speciale Sebastopoli riguardante l'ammissione della Repubblica di Crimea e della citta' con status speciale Sebastopoli nella Federazione Russa,

hanno stipulato il presente Trattato, contenente quanto segue.


Articolo 1

1. La Repubblica di Crimea e' considerata ammessa nella Federazione Russa dalla data di firma del presente Trattato.

2. L'ammissione della Repubblica di Crimea nella Federazione Russa viene attuata in conformita' alla Costituzione della Federazione Russa, al presente Trattato, alla legge costituzionale federale sulle regole per l'ammissione nella Federazione Russa e per la costituzione nella sua struttura di un nuovo soggetto, e alla legge costituzionale federale sull'ammissione della Repubblica di Crimea nella Federazione Russa.


Articolo 2

Dal giorno dell'ammissione della Repubblica di Crimea nella Federazione Russa, nella struttura della Federazione Russa vengono costituiti i nuovi soggetti: la Repubblica di Crimea e la citta' di importanza federale Sebastopoli.


Articolo 3

1. La Federazione Russa garantisce a tutti i popoli, residenti nella Repubblica di Crimea e nella citta' di importanza federale Sebastopoli, il diritto alla conservazione della propria lingua madre e alla creazione delle condizioni per il suo studio e sviluppo.

2. Le lingue ufficiali nella Repubblica di Crimea sono il russo, l'ucraino e il crimeo-tartaro.


Articolo 4

1. I confini del territorio della Repubblica di Crimea e del territorio della citta' di importanza federale Sebastopoli vengono localizzati dai confini del territorio della Repubblica di Crimea e del territorio della citta' di importanza federale Sebastopoli esistenti il giorno dell'ammissione della Repubblica di Crimea nella Federazione Russa e della costituzione nella struttura della Federazione Russa dei nuovi soggetti.

2. Il confine della Repubblica di Crimea sulla terraferma con il territorio dell'Ucraina e' confine di Stato della Federazione Russa.

3. La delimitazione degli spazi marittimi del Mar Nero e del Mar d'Azov viene effettuata sulla base dei trattati internazionali della Federazione Russa e delle norme e principi del diritto internazionale.


Articolo 5

Dal giorno dell'ammissione della Repubblica di Crimea nella Federazione Russa e della costituzione nella struttura della Federazione Russa dei nuovi soggetti, i cittadini dell'Ucraina e gli apolidi, che in questo giorno sono residenti stabilmente nel territorio della Repubblica di Crimea o nel territorio della citta' di importanza federale Sebastopoli, vengono considerati cittadini della Federazione Russa, ad eccezione delle persone che, entro un mese da tale giorno, dichiarino l'intenzione di mantenere altra cittadinanza per se' e (o) per i figli minorenni oppure di rimanere apolidi.


Articolo 6

Dal giorno dell'ammissione della Repubblica di Crimea nella Federazione Russa e della costituzione nella struttura della Federazione Russa dei nuovi soggetti e fino al 31 dicembre 2014, vige un periodo transitorio durante il quale vengono regolate le questioni riguardanti l'integrazione dei nuovi soggetti della Federazione Russa nei sistemi economico, finanziario, creditizio e giuridico della Federazione Russa, nel sistema degli organi del potere statale della Federazione Russa, nonche' le questioni riguardanti l'adempimento degli obblighi militari e del servizio militare nei territori della Repubblica di Crimea e della citta' di importanza federale Sebastopoli.


Articolo 7

I cittadini della Federazione Russa, chiamati al servizio militare nella Repubblica di Crimea o nella citta' di importanza federale Sebastopoli, prestano il servizio militare nei territori della Repubblica di Crimea e nella citta' di importanza federale Sebastopoli fino al 2016.


Articolo 8

Le elezioni per gli organi del potere statale della Repubblica di Crimea e per gli organi del potere statale della citta' di importanza federale Sebastopoli si svolgeranno nella seconda domenica di settembre del 2015.
Prima dell'elezione degli organi del potere statale della Repubblica di Crimea e degli organi del potere statale della citta' di importanza federale Sebastopoli, le relative funzioni saranno esercitate dal Consiglio di Stato della Repubblica di Crimea, che e' il parlamento della Repubblica di Crimea, dal Consiglio dei ministri della Repubblica di Crimea e dall'Assemblea Legislativa della citta' di Sebastopoli.


Articolo 9

1. Gli atti legislativi e gli altri atti giuridico-normativi della Federazione Russa sono vigenti nei territori della Repubblica di Crimea e della citta' di importanza federale Sebastopoli dal giorno dell'ammissione della Repubblica di Crimea nella Federazione Russa e della costituzione nella struttura della Federazione Russa dei nuovi soggetti, se non e' previsto diversamente dalla legislazione della Federazione Russa.

2. Gli atti giuridico-normativi della Repubblica Autonoma di Crimea e della citta' di Sebastopoli, della Repubblica di Crimea e della citta' con status speciale Sebastopoli sono vigenti nei territori della Repubblica di Crimea e della citta' di importanza federale Sebastopoli fino al termine del periodo transitorio o fino all'adozione di un atto giuridico-normativo della Federazione Russa e (o) di un atto giuridico-normativo della Repubblica di Crimea, di un atto giuridico-normativo della Federazione Russa e (o) di un atto giuridico-normativo della citta' di importanza federale Sebastopoli.

3. Gli atti giuridico-normativi della Repubblica Autonoma di Crimea e della citta' di Sebastopoli, della Repubblica di Crimea e della citta' con status speciale Sebastopoli contrari alla Costituzione della Federazione Russa non si applicano.


Articolo 10

Il presente Trattato si applica provvisoriamente dalla data della firma ed entra in vigore dalla data della ratifica.


Il testo originale si trova nel sito del Presidente della Federazione Russa
Legge federale n.36-2014 sulla ratifica del Trattato

Home - Mappa


www.dirittorusso.it a cura di Corrado Damiano