Diritto Russo Home > Indice articoli di codice tradotti > Codice penale FR - Capo 26
CODICE PENALE DELLA FEDERAZIONE RUSSA

PARTE SPECIALE

SEZIONE IX - REATI CONTRO LA SICUREZZA PUBBLICA E L'ORDINE PUBBLICO

CAPO 26 - REATI ECOLOGICI


Articolo 246. Violazione delle regole per la tutela dell'ambiente naturale nello svolgimento di attivita' produttive

La violazione delle regole per la tutela dell'ambiente naturale in sede di progettazione, localizzazione, costruzione, messa in attivita' ed esercizio di impianti industriali, agricoli, scientifici e di altro tipo, da parte di persone obbligate al rispetto di tali regole, che abbia causato un'alterazione significativa del fondo di radioattivita', un danno alla salute umana, la morte di massa di animali o altre gravi conseguenze,

e' punita con una multa fino a centoventimila rubli o pari allo stipendio - o ad altro reddito - del condannato relativo a un periodo fino a un anno, oppure con i lavori obbligati per un periodo fino a quattrocentottanta ore, oppure con i lavori correzionali per un periodo fino a due anni, oppure con i lavori forzati per un periodo fino a cinque anni con - eventualmente - la privazione del diritto di ricoprire determinate cariche o di svolgere una determinata attivita' per un periodo fino a tre anni, oppure con la reclusione per un periodo fino a cinque anni con - eventualmente - la privazione del diritto di ricoprire determinate cariche o di svolgere una determinata attivita' per un periodo fino a tre anni.


(...........................................)
Articolo 250. Inquinamento di acque

1. L'inquinamento, l'imbrattamento con rifiuti, l'esaurimento di acque superficiali o sotterranee, di fonti per il rifornimento di acqua potabile oppure l'alterazione delle proprieta' naturali di tali acque, che abbia causato un danno significativo al mondo animale o vegetale, alle risorse ittiche, alla boschicoltura o all'agricoltura,

e' punito con una multa fino a ottantamila rubli o pari allo stipendio - o ad altro reddito del condannato - relativo a un periodo fino a sei mesi, oppure con la privazione del diritto di ricoprire determinate cariche o di svolgere una determinata attivita' per un periodo fino a cinque anni, oppure con i lavori obbligati per un periodo fino a trecentosessanta ore, oppure con i lavori correzionali per un periodo fino a un anno, oppure con l'arresto per un periodo fino a tre mesi.

2. Gli stessi atti, che abbiano causato un danno alla salute umana o la morte di massa di animali, oppure compiuti in riserve naturali comuni o speciali o nella zona di una catastrofe ecologica o di una situazione ecologica di emergenza,

sono puniti con una multa fino a duecentomila rubli o pari allo stipendio - o ad altro reddito - del condannato relativo a un periodo fino a diciotto mesi, oppure con i lavori obbligati per un periodo fino a quattrocentottanta ore, oppure con i lavori correzionali per un periodo fino a due anni, oppure con i lavori forzati per un periodo fino a due anni, oppure con la reclusione per il medesimo periodo.

3. Gli atti previsti dalle parti prima e seconda del presente articolo, che abbiano causato colposamente la morte di una persona,

sono puniti con i lavori forzati per un periodo fino a cinque anni, oppure con la reclusione per il medesimo periodo.


(...........................................)
Articolo 258. Caccia illegale

1. La caccia illegale, se praticata:

a) cagionando un danno grave;

b) con l'impiego di mezzi di trasporto meccanici o di velivoli, di sostanze esplosive, di gas o di altri strumenti predisposti per la distruzione di massa di uccelli e di altri animali;

c) in territori naturali soggetti a tutela speciale, oppure nella zona di una catastrofe ecologica o di una situazione ecologica di emergenza,

e' punita con una multa fino a duecentomila rubli o pari allo stipendio - o ad altro reddito del condannato - relativo a un periodo fino a diciotto mesi, oppure con i lavori obbligati per un periodo fino a quattrocentottanta ore, oppure con i lavori correzionali per un periodo fino a due anni, oppure con l'arresto per un periodo fino a sei mesi.

2. Lo stesso atto, compiuto da una persona che si avvalga della sua condizione di servizio, oppure da un gruppo di persone in base a un accordo preventivo, oppure da un gruppo organizzato,

e' punito con una multa da centomila a trecentomila rubli o pari allo stipendio - o ad altro reddito del condannato - relativo a un periodo da un anno fino a due anni, oppure con i lavori forzati per un periodo fino a due anni con - eventualmente - la privazione del diritto di ricoprire determinate cariche o di svolgere determinate attivita' per un periodo fino a tre anni, oppure con la reclusione per un periodo fino a due anni con - eventualmente - la privazione del diritto di ricoprire determinate cariche o di svolgere determinate attivita' per un periodo fino a tre anni.


(...........................................)

Indice articoli di codice


Home - Mappa

www.dirittorusso.it a cura di Corrado Damiano